image_pdfimage_print

Avete dei corn flakes che vi sono avanzati e non sapete cosa farne?
Oggi vi voglio proporre una ricetta davvero semplice e gustosa, quella delle mitiche “Rose del deserto”, biscottini croccanti fuori e friabilissimi dentro, dove il profumo della mandorla e la gustosità del cereale tostato rende unico e irresistibile questo dolce. La peculiarità dell’impasto sta proprio nel saper spumare le uova con lo zucchero ed il burro, regalando così quel gusto rustico.

Ingredienti:

  • 2 uova
  • 150 grammi di zucchero semolato fine
  • 200 grammi di burro
  • 100 grammi di fecola di patate
  • 200 grammi di mandorle spellate
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 bustina di vanillina
  • 200 grammi di farino 00
  • sale
  • Corn flakes quanto bastano

Procedimento:

In una ciotola capiente sbattete le uova con lo zucchero utilizzando una frusta a mano oppure elettrica fino a renderlo spumoso. Incorporateci il burro ammorbidito e continuate a sbattere il composto.

Prendete le mandorle spellate ed inseritele in un mixer per tritarle finemente. In alternativa potete utilizzare la farina di mandorle già pronta e presente sul mercato.

Aggiungete al composto la farina di mandorle, il sale, la vanillina, il lievito, la fecola di patate ed amalgamate. Infine aggiungete la farina. Continuate a mescolare ed amalgamare il tutto utilizzando un cucchiaio o una spatola.

Ponete il composto burroso in frigorifero e lasciatelo riposare per circa 1 ora.

Trascorsa l’ora riprendete il composto ed iniziate a formare delle piccole palline (non troppo piccole ne troppo grandi) e passatele poi nella ciotola con i corn flakes in modo da inglobarli bene e cercando anche di frastagliarli. Ecco pronte le vostre rose del deserto.

Distribuitele su una piastra rivestita da carta da forno e infornatele a 180° C per circa 15 minuti. Con queste dosi ed un forno normale dovrete fare minimo due infornate.

rose del deserto charles

Lasciatele intiepidire per circa 20 minuti ed infine cospargetele con dello zucchero a velo vaniglinato.

“Un nome, una garanzia e la Natura non si smentisce mai! ahahaha”
Charles